ARIETE 8K: il fiore all’occhiello di Sandro Mentasti

Geometrie complesse e design innovativo per il frame della nuova Ariete 8K, la nostra miglior maschera di sempre!

Negli ultimi 70 anni Sandro Mentasti ha dedicato importanti risorse alla progettazione di soluzioni per la costruzione di particolari “morbidi”, ponendosi come obiettivo quello di mettere a disposizione dei propri clienti business e consumer l’esperienza maturata in questo specifico ambito produttivo.

Figura 1Con la nuova linea Ariete 8K abbiamo voluto un prodotto altamente performante, in grado di superare l’esperienza delle nostre precedenti maschere, oltre ad un design unico e fortemente identitario.

A partire da queste ambizioni, i tecnici di Sandro Mentasti hanno progettato un frame di grandi dimensioni, estremamente leggero e flessibile, in grado di garantire un comfort senza precedenti all’utilizzatore della maschera, anche nelle condizioni più estreme.

Il progetto 8K ha richiesto investimenti importanti a partire dalla costruzione dello stampo, nato per realizzare un frame dalle geometrie complesse e ricercare al contempo nuove soluzioni per ridurre i costi di costruzione e di esercizio; una grande sfida per una “piccola grande azienda” Made in Varese in grado di competere sui mercati internazionali con colossi del calibro di Oakley, Scott e 100percent.

Figura 2In quest’ottica lo stampo segue un’impostazione costruttiva piuttosto tradizionale per il Metodo Mentasti, sia per la parte iniezione che per la parte estrazione. La parte mobile è tuttavia caratterizzata dalla presenza di una speciale “appendice” in acciaio temprato, che sostiene il pezzo durante la fase di estrazione (il maschio mobile dello stampo). Grazie a questa soluzione il frame non subisce alcuna deformazione, nemmeno nella fase di post-raffreddamento e può dunque essere estratto correttamente dall’operatore. La presenza di zone in sottosquadra non permette infatti una presa automatica del pezzo che invece viene pertanto gestita da un operatore a presidio dell’isola produttiva.

Figura 3Tutte le parti mobili dello stampo 8K sono costruite con acciai di elevata qualità e con una forte presenza di tasselli intercambiabili. Questi accorgimenti sono fondamentali per una corretta gestione delle manutenzioni dello stesso e per la sua massima durata nel tempo.

Un ulteriore e significativo dettaglio nella meccanica di estrazione è la presenza di boccole guida autolubrificanti con inserti in grafite, una soluzione innovativa che ci ha permesso di aumentare la scorrevolezza delle parti meccaniche e di lavorare generando bassi attriti, quindi minore usura delle parti e minore necessità di interventi durante tutta la vita dello stampo.

Discorso interamente a sé meriterebbe lo studio dell’iniezione, dal quale dipende buona parte dell’esito dello stampaggio. In questo caso la posizione scelta per il punto di iniezione è quella centrale, diretta in figura del frame, per un controllo ottimale del flusso, date le forti pressioni di stampaggio in gioco.

Figura 4

Figura 5Il frame di Ariete 8K è estremamente curato nei dettagli, andiamo a scoprire quali.

Bisogna ricordare che utilizzando materiali “morbidi” è sempre molto complicato lavorare sui dettagli, come sulle interferenze e sugli innesti del frame con tutte le altre parti dell’assieme maschera. Il frame 8K è il risultato di uno studio che parte proprio dalla scelta di materiali particolarmente stabili, capaci di straordinarie performance meccaniche ed elastiche.

Il materiale impiegato in tutta la linea 8K è un TPU di nuovissima generazione con valori di allungamento e rottura molto alti. Ha un’ottima memoria di forma e questo lo rende particolarmente adatto a una confortevole “calzata” sul viso. Ottima anche la resistenza all’abrasione, ai solventi e alle colle, per garantire al frame un’eccellente adesione con un componente in spugna impiegati per l’assemblaggio della maschera.

L’interferenza tra il frame e la lente è un altro degli aspetti fondamentali per la maschera 8K. La lente deve rimanere vincolata al frame anche in caso di impatto con particelle ad alta velocità, ma nello stesso tempo, la caratteristica del polimero utilizzato deve conferire al frame quell’elasticità sufficiente per una veloce intercambiabilità della stessa. È importante quindi il rispetto di quote funzionali nella zona di aggancio della lente, ottenute grazie e un processo produttivo che richiede accurate fasi di gelificazione e di estrazione del pezzo.

Siamo riusciti così a ridurre ulteriormente gli spessori in gioco, creando una geometria “reticolata” che fungesse da struttura meccanica portante del frame e che ne riducesse il peso. Inoltre, in alcune zone del frame sono state studiate nervature supplementari per una maggiore resistenza strutturale.

Figura 6Ovviamente non potevamo non dare risalto ed appeal anche alla qualità estetica del frame 8K, adottando tecnologie avanzate per le lavorazioni superficiali. Nel caso del piccolo logo centrale, data la dimensione e la precisione dei suoi dettagli grafici, abbiamo impiegato la tecnologia laser. Grazie a questa scelta completamente digitalizzata, siamo stati in grado di mettere in risalto contrasti estetici molto gradevoli fra finiture a specchio e finiture a macchina.

È così che nasce una maschera di nuova generazione ad altissime prestazioni, con la passione che serve a scalare vette sempre più alte.

Questo è il vero motivo per cui da più di 70 anni i nostri clienti ci scelgono per vincere le loro più grandi sfide.

E adesso non ti resta che scoprire la nuova collezione Ariete 8K, perché sei tu l’unico e grande eroe della nostra storia. Ariete is you!

Ricevi le più importanti news dal mondo Mentasti

Entra a far parte della community Mentasti